24 - 04 - 2018

Brescia, 20 aprile 2018: Seminario Comunicazione efficace in sanità: come il linguaggio cambia le percezioni.
Sdrammatizzare, alleggerire.
Reincorniciare le situazioni di difficoltà.

di Chiara Lucchini

«L’humour è l’antidoto per tutti i mali. Credo che il divertimento sia importante quanto l’amore. Alla fin fine, quando si chiede alla gente che cosa piaccia loro della vita, quello che conta è il divertimento che provano, che si tratti di corse di automobili, di ballare, di giardinaggio, di golf, di scrivere libri. La vita è un tale miracolo ed è così bello essere vivi che mi chiedo perché qualcuno possa sprecare un solo minuto! Il riso è la medicina migliore.»
(Patch Adams)

 

Domenica, 15 Aprile 2018

BAD NEWS in MEDICINA

BAD NEWS in MEDICINA

Vuoi partecipare a un wiki-book?

di Paolo Carmassi e Alessandro Lucchini

Un libro collettivo, frutto di una ricerca condivisa tra medici, infermieri e altri professionisti della sanità, com’è nel nostro stile. E anche tra pazienti, perché per ogni messaggio non c’è miglior giudice di chi lo riceve. Se vuoi confrontare la tua esperienza, scegli una o più domande tra quelle che seguono, e inviaci le tue risposte. Grazie

Mercoledì, 14 Marzo 2018

PARI OPPORTUNITÀ, TRA DUBBIO E PADRI

La premiazione dei racconti, “Caratteri di donna e di uomo” – Pavia, 11 marzo 2018

di Chiara Lucchini

Si chiamava “Caratteri di donna”, fino a qualche anno fa. Oggi si chiama “Caratteri di donna e di uomo”. L’obiettivo è far dialogare uomini e donne su un tema, una sfida che ogni anno viene scelto.
In occasione della premiazione dei racconti, domenica 11 marzo nella sala conferenze di Palazzo Broletto a Pavia, diversi sono stati gli interventi che hanno riflettuto sul tema delle pari opportunità.

Lunedì, 26 Febbraio 2018

Il curioso giornalista

Intervista a Mario Nanni: il suo libro è utile a chiunque lavori con la scrittura

di Chiara Lucchini

Sarà l’esperienza che ha alle spalle, che te lo fanno guardare con una certa riverenza.
Sarà che quando racconta, senti che lì c’è la storia, anzi la testimonianza dall’interno, di un mestiere oggi ritenuto quasi inarrivabile.
Sarà che l’ho conosciuto durante un corso di comunicazione, e lui aveva scelto di stare seduto vicino a me, ad ascoltare, non in cattedra a insegnare.
Sarà che l’uscita del suo nuovo libro, Il curioso giornalista. Come vestire le notizie, promette fin dal titolo una riflessione sull’identità del giornalista e sull’uso degli attrezzi del mestiere, e quindi sia sull’essere sia sul fare.

Martedì, 06 Febbraio 2018

Un giovane Kennedy per sfidare Trump

di Chiara Lucchini

Nel gennaio scorso il gruppo parlamentare democratico degli Stati Uniti ha affidato a Joe Kennedy III il compito di replicare al discorso di Trump sullo stato dell’Unione.
Ci si è chiesti, in America, se la scelta del nipote di Bob Kennedy per sfidare Trump, con l’ennesimo ritorno sulla scena della dinastia politica americana più famosa, significhi contrapporre i successi del passato alla vergogna del presente, per puntare verso un futuro migliore, o non sia invece il disperato sguardo verso un passato che non tornerà più, e che dimostra così l’impotenza dell’opposizione.

Sabato, 30 Dicembre 2017

Ascoltare la scrittura

di Lia Giovanelli

La gente non ascolta, aspetta solo il suo turno per parlare.
(Chuck Palahniuk)
Sono sicura che questa frase piace molto ai miei amici della Palestra della Scrittura che tanto si dedicano, in pensieri parole ed opere, all’ascolto.

Palahniuk, per esempio, che non è tra i miei scrittori preferiti anche se apprezzo i “minimalisti” americani, è uno scrittore che non deve essere solo letto: deve essere anche ascoltato. Per lui, come per tanti altri autori classici e moderni, non basta far scorrere gli occhi da sinistra a destra sulla pagina di un libro, cosa purtroppo vera per la maggior parte di quello che leggiamo, ma anche gli altri sensi vengono coinvolti, in particolare l’udito.

di Serenella Panaro

Cos’hanno in comune personal branding, career management, e gestione della reputazione?

Perché oggi è importante pensare e agire in termini sia di personal branding sia di corporate branding?

Le persone seguono le persone: i brand l’hanno imparato. Anche tu puoi apprendere come valorizzare e promuovere la tua professionalità e il tuo business, come persona.