20 - 09 - 2017
Venerdì, 01 Settembre 2017

Purché sia slide design

Intervista a Emanuele Mascherpa (speech.it)

di Alessandro Lucchini

Questa intervista è tratta dal libro Due orecchie, una bocca, di imminente pubblicazione smiley

Se non avessi conosciuto Emanuele, questo capitolo di chiusura si sarebbe intitolato “No slide, please”.
Il mio suggerimento, infatti, è in genere: «Buttate via quelle orribili slide: la gente vuole sentire i vostri racconti, confrontarsi con le vostre idee, magari emozionarsi con voi, non leggere i vostri paragrafi mentre ci parlate fastidiosamente sopra».

Venerdì, 01 Settembre 2017

Il pensiero computazionale

di Daniele Fiorenti

Ogni problema, ci piace pensare, ha una soluzione.
In matematica e in informatica, forse in generale nella vita, la soluzione è tanto migliore, tanto più efficace, quanto più è generale, adatta a una classe di contesti, riproducibile, descrivibile in un numero finito di passaggi e applicabile in tempi ragionevoli.

di Chiara Lucchini

Qual è il potere dell’ascolto nelle negoziazioni, nella risoluzione dei conflitti, nella composizione dei piccoli e grandi contrasti che costellano ogni giorno della nostra vita?
Parte dai suggerimenti offerti da William Ury, antropologo ed esperto di negoziazione, in un TED tenuto di recente a San Diego, la nostra riflessione e il sogno di una vera e propria rivoluzione dell’ascolto.

di Chiara Lucchini

Antilingua come frutto del terrore semantico, ossia la paura di usare parole semplici e concrete.

Introduciamo un argomento spinoso: l’abuso dei gerghi e del linguaggio burocratico.
Quante volte hai sospirato davanti a una circolare ministeriale?
Quando si tratta di parlar oscuro, il pensiero va alla pubblica amministrazione, ma non sono messe meglio le aziende, le banche, o le assicurazioni.
Chiamalo aziendalese, o corporatese, o gobbledygook, come fanno gli americani. Si tratta sempre della degenerazione del linguaggio professionale.
Ancora: pensiamo ai gerghi dell’informatica, delle procedure per la qualità, delle istruzioni per i medicinali… Un vizio comune.

Giovedì, 31 Agosto 2017

Quante sfumature di rosa? Il video

 

Va beh, lo avevamo già raccontato qui, tempo fa. Ogni tanto ci torniamo, perché il tema ci è caro. Spesso, infatti, ci chiedono di parlare del valore del linguaggio come strumento per riflettere, prima ancora che per comunicare. Ed è sempre un piacere, oltre che un bell’impegno. A un’edizione recente della Nuvola Rosa, evento dedicato allo sviluppo personale e professionale delle donne, abbiamo trattato il tema del linguaggio di genere.
Ora è disponibile il video di quello speech (15 minuti). 

 

di Cecilia Diotallevi

Il modo corretto di scrivere una lingua non è solo formalismo, è qualità, riguarda il rispetto per il lettore, e la reale efficacia della scrittura.

di Giorgio Pasolli (*)

«Banking is essential, banks are not.»
Così dichiarava nel 1994 Bill Gates, fondatore di Microsoft.
Che è successo da allora, e che succederà, nella storia delle banche, nei prossimi anni? E come si preparano le banche ai cambiamenti?