11 - 12 - 2017
Lunedì, 11 Dicembre 2017

E dieci!

di Mara Lombardi

Centopagine, la piccola casa editrice di Palestra della scrittura, festeggia il suo decimo libro.
Lì confluiscono l’attività di ricerca negli ambiti logica-linguaggio-relazione, e la formazione progettata e realizzata per enti pubblici e imprese, e a loro volta ne traggono spunti creativi e operativi sempre nuovi.
Il nome è quello di una collana pubblicata con Einaudi dal nostro maestro, Italo Calvino, ma si concretizza per noi nel concetto di libri snelli, da leggere tutti d’un fiato, e magari poi riprendere, scriverci sopra, appuntarsi esercizi e scoperte.
Due orecchie, una bocca, presentato a Milano pochi giorni fa, è il decimo libro Centopagine :-)

Lunedì, 11 Dicembre 2017

Ascoltare la scrittura

di Lia Giovanelli

La gente non ascolta, aspetta solo il suo turno per parlare.
(Chuck Palahniuk)
Sono sicura che questa frase piace molto ai miei amici della Palestra della Scrittura che tanto si dedicano, in pensieri parole ed opere, all’ascolto.

Palahniuk, per esempio, che non è tra i miei scrittori preferiti anche se apprezzo i “minimalisti” americani, è uno scrittore che non deve essere solo letto: deve essere anche ascoltato. Per lui, come per tanti altri autori classici e moderni, non basta far scorrere gli occhi da sinistra a destra sulla pagina di un libro, cosa purtroppo vera per la maggior parte di quello che leggiamo, ma anche gli altri sensi vengono coinvolti, in particolare l’udito.

Lunedì, 11 Dicembre 2017

Qui in Palestra noi facciamo così

La presentazione del libro Due orecchie, una bocca, su ascolto e public speaking.
Milano, 27 novembre 2017

di Paolo Carmassi

«Qui ad Atene noi facciano così».
È il grido di orgoglio, di conferma del massimo impegno per il rispetto e la difesa dei propri ideali, con cui Pericle incita gli Ateniesi (431 a.C.). Un discorso che dà sempre una forte scossa emotiva.
Va bene, sì, forse esageriamo nel cercare ispirazioni :-) Ci viene così.
Quando abbiamo presentato all’Agorà di Milano, il 27 novembre, il nuovo libro Due orecchie, una bocca, volevamo che tutto fosse in pieno stile Palestra.
Ecco il racconto di com’è andata. > foto-racconto sul nostro Fb

di Chiara Lucchini

La lingua del diritto è lingua tecnica o lingua sacerdotale? L’oscurità, l’antilingua, è una cifra stilistica o una forma di esercizio del potere?
Nel nostro ordinamento abbiamo, però, anche testi normativi esemplari per sintesi, chiarezza, sobrietà, flessibilità e rigore: primo fra tutti, la Costituzione della Repubblica italiana.

«InizioPrec12345678910SuccFine»
Pagina 1 di 50