11 - 12 - 2017

I laboratori

Per scrivere sono necessari attrezzi del mestiere e allenamento, proprio come in ogni sport. Perché sport e scrittura hanno in comune: abilità, pensiero, esercizio, ritmo, armonia, rigore.
Accanto agli attrezzi del mestiere e alle tecniche per una comunicazione efficace, nella Palestra della scrittura ha grande valore la ricerca.

Sperimentare come le parole scritte agiscono sul pensiero: dalla pubblicità alla politica, dall’economia alla scienza, una parola in più o in meno, messa prima o dopo, può fare una grande differenza.
Nel laboratorio si studia, si prova, si indagano gli effetti del linguaggio scritto sulla percezione dei lettori.
Tanti i contributi interessanti: dal potere delle favole alla semplificazione del linguaggio amministrativo, dall’evoluzione della scrittura giornalistica alla comunicazione interculturale…

di Sabina Del Monego

Magie vecchie e nuove, con i ragazzi del Parini

Un incontro con gli studenti del mitico liceo Parini di Milano.
Quanto dell’esperienza degli studi classici può arrivare nella comunicazione professionale.

di Silvia Frattini

dal libro "Business Writing" di Alessandro Lucchini

L’effetto “copertina di Panorama” è ormai molto indebolito sul web. Tuttavia, costruire un banner con una bella donna svestita e la scritta “Sex" in rosso farà certo salire la percentuale di gradimento.

di Francesca Gagliardi

L’immaginazione è più importante della conoscenza.
Come rimanda agli occhi con cui i bambini guardano il mondo, questa frase di Einstein: senza l’immaginazione, la conoscenza è inutile. Quanto conta cambiare prospettiva per instaurare, da adulti, una relazione efficace con loro?

di Francesca Gagliardi

Scrivere: non dote di natura, ma tecnica che si può imparare

Lettere dipinte su quadernoni a larghi quadri: fila di A, fila di B, fila di C.
Stampatello, corsivo e stampato. Stanghette in ordine, e poi regole, regole, regole.

di Valeria Gialanella

Presentato al Compa di Bologna dalla Regione Lombardia.
Un altro passo sulla strada della chiarezza nella comunicazione pubblica.

di Paolo Carmassi

Non possiamo confrontarci con le economie emergenti sulle produzioni di massa a basso costo. Possiamo però confrontarci, e dire la nostra, sui prodotti ad alta intensità di conoscenza. In questo nuovo scenario, la scrittura ha un ruolo guida.

«InizioPrec1234567SuccFine»
Pagina 1 di 7